lunedì 31 marzo 2014

SUFFRITTO DE CARNA - Pollo alla Medievale


Quando si dice che la cucina è Cultura..... è Storia!

A guardare l'immagine sembrerebbe un normale pezzo di pollo cotto in qualche maniera e con del prezzemolo buttato lì per coreografia.... No, non è così!!!!
Tutto nasce grazie al mio amico Pietro Caronte, che un giorno mi mandò un link, dentro al quale c'erano delle indicazioni per partecipare ad un contest "RICETTE D'ALTRI TEMPI" organizzato da Cascina San Cassiano.

A pensarla così, mi sembrò semplice, un contest come un altro, ma documentandomi un pò ovunque, anche se di ricette medievali ce n'erano tante, mettere in pratica come si mangiava nel medioevo, non mi sembrò poi così tanto semplice, i nostri tempi moderni ci hanno abituato a ben altro!

Mi sono imbattuta in questa ricetta - "SUFFRITTO DE CARNA" - il titolo mi fece pensare ad un soffritto di carne, la curiosità  mi spinse a leggerne il contenuto, ma ciò che non sapevo, era che la ricetta era di un grande dell'arte culinaria definito perfino "Il Leonardo Da Vinci" della cucina medievale, Martino Da Como!

Di carne si parlava si, ma carne di  "pollo" e il soffritto era accompagnato da tanto altro. Certo non avrei mai pensato di accostare questi ingredienti, ma le cose più strane  mi attraggono e chi fosse Martino da Como, poi ...... ammetto la mia ignoranza ...... non sapevo proprio!!!

Potevo fare una così brutta figura se qualcuno mi avesse mai chiesto l'origine della ricetta e chi ne fosse il creatore? Ecco che cerco, almeno i tempi moderni con internet ci facilitano la vita, che scopro????? Martino da Como, nonchè Principe dei cuochi,  affinò la sua arte culinaria alla corte ducale di Francesco Sforza e se al Duca piaceva ciò che cucinava il Maestro,  io, dal basso del mio scarso sapere, provai a cimentarmi. Il risultato?????? giudicate voi, so solo che mentre cucinavo, Sandro si sorprese del meraviglioso profumo che stava invadendo tutto ciò che ci circondava.


Con questa ricetta partecipo al contest





.....e partecipo al programma di affiliazione
Il mio Programma di affiliazione
http://www.lapulceeiltopo.it/


INGREDIENTI:
1 kg di pollo
100 gr circa di lardo
vino bianco q.b.
2 o 3 tuorli d'uovo (io ne ho usati 2)
brodo di carne - 1/2 bicchere circa
aceto q.b.
prezzemolo,
salvia
zafferano
noce moscata
chiodi di garofano in polvere
olio
sale

PROCEDIMENTO:

puliamo bene il pollo e mettiamolo a bagno con acqua e un bicchiere di aceto, per circa un'ora. Buttiamo l'acqua e tagliamo il pollo a pezzi.

In una larga padella facciamo rosolare il lardo con la salvia
 

quindi aggiungiamo il pollo a pezzi, facendolo rosolare bene su tutti i lati

 


Versiamo un bicchiere abbondante di vino bianco, saliamo, copriamo  e lasciamo evaporare tutto il vino, a fuoco lento.

Lasciamo cuocere completamente, controllando di tanto in tanto la cottura.



Nel frattempo, facciamo un battuto con: i tuorli , ancora un pò di vino,  il brodo di carne, una spruzzata di aceto, lo zafferano e le spezie (noce moscata e chiodi di garofano).

Dopo che il pollo sarà completamente cotto, scoliamo il grasso di cottura e versiamo sopra il battuto precedentemente preparato



Lasciamo cuocere ancora per qualche minuto, finchè si formerà una salsetta consistente, versiamo un pò di prezzemolo fresco sminuzzato e mescoliamo...

Serviamo il pollo ancora caldo ......e..... scusami Maestro Martino da Como, ma io ho voluto aggiungere, giusto per accompagnare, un cucchiaio di mostarda di frutta mista di Cascina San Cassiano e se avessi assaggiato il tuo pollo con la mia variante, sicuramente mi avresti promossa......

Ricetta squisita, un accostamento di ingredienti di grande effetto e con un gusto davvero particolare. La mostarda è stata la ciliegina sulla torta e se questa ricetta si prepara per una cena importante, di sicuro si farà un gran bella figura. 

Grazie Maestro...... a distanza di tutti questi secoli,  la sottoscritta ti ringrazia!!

Baci a tutti, Enza!


12 commenti:

  1. che magnifica realizzazione, leggendo si percepisce l'amore che hai messo nel realizzarla, sono felice per te :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Pietro, senza volerlo mi sono imbattuta nella ricetta di un Maestro ......e che Maestro......Mi sono impegnata e concentrata, non potevo fare brutte figure. Mi avrebbe bocciato :)

      Elimina
  2. Enza, ma deve essere un tripudio di sapore, non ho mai messo i chiodi di garofano mi sembra davvero molto particolare , bravissima come sempre . :-) un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tiziana bella, mi sono voluta fidare del maestro Martino e devo dire che era un MAESTRO davvero. Grazie tesoro!

      Elimina
  3. ciao enza complimentissimi per il tuo pollo medioevale, partecipo al contest cascina san cassiano anche io, ma contro di te ho già perso! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noooooooo Tonia, non dirlo neanche. La ricetta non è mia, ci ho solo inciampato....... Certo, mettere in pratica una ricetta medievale non è stato semplice....... Ho voluto provare per credere, accompagnare con la mostarda è stato quel qualcosa in più........ Azzeccatissimo!!!! Grazie Tonia

      Elimina
  4. mmmmmm!!! che bontà!!! deve essere proprio buono e profumato!!! ;-)))
    Come nobilitare delle coscette e del petto di pollo!

    baci baci, PF

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao PF...... Si si, buono e profumato davvero. Hai ragione ........ Rendiamo nobile il pollo che mettiamo a tavola..... Noi che abbiamo meno rispetto a Francesco Sforza????? Il titolo???? Evvabbeeeeeee' ....... È solo un dettaglio! Grazie tesorino, un abbraccio ne.

      Elimina
  5. non mi posso assentare un attimo ...(8gg) e cosa mi combini???? un piatto medievale...una vera libidineeee!!!!! lo sai che sono molto sensibile alla buona cucina ma anche alle citazioni dotte....Perfetto!!!!! te lo copio subito!!! un bacione!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mimma, si conosco la tua sensibilità e non solo in campo culinario. Sapevo ti sarebbe piaciuto w ti ringrazio per i complimenti. Copia pure cara Amica, tanto lo sai che toi copiero' anch'io....... E anche "quella" è una ricetta mecievale . un abbraccio !!!

      Elimina
  6. Questa ricetta mi è piaciuta molto, io adoro il pollo e la voglio provare! Davvero brava per aver portato alla luce una ricetta che non avevo mai visto così come tante altre, credo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marcella e benvenuta ! Anch'io adoro il pollo, lo preferisco alla carne rossa. Diciamo che è un modo inconsueto per mangiarlo ma davvero eccellente. Grazie mille per esserti fermata. A presto!!!

      Elimina