martedì 19 gennaio 2016

Polpette in Agrodolce agli Agrumi e Pistacchio !



Non ho mai pensato di fare il post per queste polpette, non chiedetemi perchè...... non lo so!
Eppure sono così buone che è un vero peccato non farle conoscere anche a voi. 
Tempo fa partecipai ad una cena di beneficenza (nel senso che fui proprio in cucina con gli Chef ed alcuni cari amici), dove una delle portate fu proprio un bel piatto con delle polpette fritte in agrodolce che fecero impazzire tutta la sala. 
Quelle polpette furono il frutto di tutte le nostre idee messe insieme ed ovviamente ognuno le preparava a modo proprio, ma l'aggiunta degli agrumi era qualcosa che tutti all'unanimità approvammo.
Replicai tante volte quelle polpette fritte, non solo per la facilità con cui si prepararano, ma perchè dire buone è davvero riduttivo......sono particolari e molto versatili. 
Si possono presentare come antipasto finger food, o come secondo ...... o per un buffet ..... bhe si mangiano e basta, sono buone all'infinito!


Questa volta, però, ho modificato ulteriormente la ricetta, rendendo ancora più particolare il gusto delle "palline di carne " , mettendo dentro l'impasto un  pezzo della mia Sicilia !

Con questa ricetta partecipo al programma di affiliazione 


Il mio Programma di affiliazione


INGREDIENTI:

Per l'impasto:
 750 gr di carne tritata
150 gr di mortadella
Scorza grattuggiata di 2 arance bio
Scorza grattuggiata di 2 limoni bio
80 gr di succo misto di agrumi (limoni e arance)
40 gr di granella di  pistacchio di bronte tostato
1 cipolla tritata
30 gr di cacio cavallo ragusano grattuggiato 
2 uova
1 ciuffetto di prezzemolo
80 gr di pan grattato
50 gr di olio extra vergine
60 /70 gr di latte 
sale e pepe q.b.


Per l'agrodolce:

4 cipolle bionde
olio extra vergine q.b. 
4 cucchiai scarsi di zucchero di canna integrale scuro
1 bicchiere di aceto balsamico

Per friggere:
olio di arachide


PROCEDIMENTO:

Aiutatevi con un robot da cucina :

- tritate la mortadella e la cipolla (separatamente) e tenete da parte
- Tagliate molto finemente (con il coltello) il prezzemolo 


- Ora in una larga terrina (o con l'aiuto del un robot da cucina) mettete tutti gli ingredienti per l'impasto, compresi mortadella, cipolla e prezzemolo tenuti da parte. 

- Fate un impasto ben amalgamato e compatto 




- ora formate le polpette, grandi quanti una noce (fate delle palline insomma.... ) 


Disponetele su carta forno, pronte per essere fritte 


- Dentro una larga padella fate scaldare bene l'olio, deve essere bollente, ed immergete le polpette facendole dorare, se il caso, girandole. 




- Mettete le polpette fritte dentro una teglia con i bordi alti 


- Ora preparate l'agrodole:

affettate le cipolle molto finemente


- lasciatele appassire nell'olio evo 


- aggiungete lo zucchero di canna integrale e lasciatelo sciogliere completamente


- versate l'aceto e lasciatelo sfumare per qualche minuto 


- fate caramellare la cipolla e appena prontà, versate l'agrodolce ancora caldo sulle polpette fritte 


- Grattuggiate al momento, la scorza di 1 arancia e di 1 limone bio,  sulle polpette già pronte con l'agrodolce 



- coprite con pellicola e lasciate riposare qualche ora.
Riscaldatele prima di servire, ma solo se lo preferite.


 Buona cena ..... 

Dai su, tutti a preparare le polpette, per nulla difficili, ma di una bontà che solo provando si potrà capire.........

Baci a tutti, Enza !

8 commenti:

  1. buonissime, sapori magnifici, ti confesso che pure io faccio spesso queste polpettine piccole e in agrodolce, sono sempre un successo, brava, li proverò nella tua versione ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi Pietro, ho visto mangiare l'agrodolce a mio figlio..... ho detto tutto!!

      Elimina
  2. bastano gli ingredienti della nostra terra..... e due polpette diventano un piatto da RE ! brava .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francesca. I nostri prodotti, buoni, locali, curati con amore conferiscono ad ogni pietanza la straordinarietà del gusto.
      Grazie ..... è sempre bellissimo trovarti qui, davvero !!!!

      Elimina
  3. Che ricetta favolosa!!!!!!E abitando in Sicilia gli ingredienti sono per me tutti a portata di mano!!!Sono pofumatissime,incredibilmente sfiziose e senza ombra di dubbio di una bontà unica:))grazie infinite per questa splendida ricetta,da provare assolutamente,mi piace tantissimo:))).Volevo solo chiederti se posso sostituire l'aceto balsamico con quello bianco normale e lo zucchero di canna con il semolato...grazie mille e in anticipo per la risposta:)).
    Un bacione:))
    Rosy











    Q

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Rosy, puoi sostituire tranquillamente !
      Aspetto di sapere come ti sembreranno queste polpette allora.
      Grazie tesoro.

      Elimina
    2. Grazie mille per la risposta Enza,sei sempre gentilissima:)))quando le farò ti faccio senz'altro sapere,mi ispirano troppo:))
      Un bacione:))

      Elimina
    3. Di nulla Rosy, siamo qui apposta. Un bacio a te

      Elimina