martedì 21 maggio 2013

Tonnu a la manera di Favignana (Tonno alla maniera di Favignana)




Ebbene si.... lo confesso!!! a casa mia si mangia poco pesce, ma i motivi per il quale ne consumiamo poco sono svariati e diversi:
1) i miei maschi non gradiscono perdere tempo con le lische......
2) il mio ragazzo, piccolo, fa sempre il naso storto ed ogni volta dobbiamo trovare un compromesso per farlo mangiare........
3) non sempre si riesce a trovare il pesce fresco......il mio pescivendolo di fiducia, il sig. Patrizio, passa solo quando ha esclusivamente merce fresca e di ottima qualità.....

Allora che fare????? Aspettiamo pazientemente che il sig.  Patrizio, il sabato mattina, bussi alla mia porta...... e allora si, che lamentele a parte, in quel giorno, si mangia pesce freco. Ecco infatti che,circa 2 sabati fa, il sig. Patrizio mi bussa dicendo che c'era del buon pesce per me. Non c'era molta scelta, ma dei tonni belli tondi e luccicanti, mi guardavano da quel lambrettino, quasi quasi dicendomi: "dai su, prendi noi......sicuro questa sera  ti faremo leccare i baffi". E così fu..... !!! già mi facevano simpatia ed ancor di più, invogliata dal sig. Patrizio che mi invitava a prenderli - pescati a mare questi .....!!!! - mi disse....- , i tonni diventarono i protagonisti di quel sabato sera.
Avevo buttato l'occhio su una ricettina semplice e veloce, presa da un librettino di ricette siciliane e scritte  in dialetto.....conservato da anni e che non vedevo l'ora di poter usare......
  e così ecco la ricetta del TONNU A LA MANERA DI FAVIGNANA.....

INGREDIENTI:

1 kg di tonno fresco tagliato a tocchi
10 olive bianche snocciolate
un pugno di capperi
prezzemolo q.b.
1 scalogno
sale - pepe - q.b.
2 bei pugni di pan grattato
un filo d'olio evo per la teglia
un filo d'olio evo per il tonno
qualche foglia di basilico per decorare

PROCEDIMENTO:

facciamo un trito con: olive bianche-capperi-prezzemolo-scalogno

-inumidiamo una teglia con un filo d'olio evo
- disponiamo il tonno a tocchi e distribuiamo il trito di olive - capperi-prezzemolo - scalogno, saliamo e pepiamo.
-Spolveriamo con il pangrattato e irroriamo con un filo d'olio.
- Inforniamo  per 20 min circa a 200° (controllate la cottura per evitare di far seccare il pesce...)


A fine cottura, lasciare raffreddare solo qualche minuto e poi servire

Il gusto è davvero particolare e il profumo che si sprigiona invita a mettersi subito a tavola......




Baci a tutti

Enza....!! 

6 commenti:

  1. Questi sono i magnifici piatti della nostra tradizione!!! Pieni di profumi del nostro Mediterraneo!!! Una goduria per gli occhi e per il palato! !! E tu sei una Maestra nell'elaborazione e presentazione di tanta bontà. Bravissima! !!!

    RispondiElimina
  2. grandioso, una vera specialità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già Pietro, soprattutto un piatto leggero ma ricco di gusto.

      Elimina
  3. ottima ricetta, sai che quel libro ce l'ho anch'io?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero Erminia?????? Wowww, pensa che attraverso questo post sto scoprendo che il libro è conosciuto da diverse persone e questo mi fa piacere. Significa che le tradizioni non si perdono. Un bacio carissima!

      Elimina