sabato 19 settembre 2015

Pollo fritto del Kentucky !!!


"Enza, sto cucinando..... provo a fare il pollo fritto del Kentucky. Lo hai mai mangiato???"
Così mi scrisse Maurizio un tardo pomeriggio dell'estate appena trascorsa.
Ovvio che no, non avevo mai mangiato il pollo fritto del Kentucky, ma subito pensai a qualcosa di  croccante, pensai ai fast food Americani, dove i bambini, ma anche i grandi, tanto amano mangiare. Niente posate, tutto con le mani ..... patatine fritte a go go e magari qualche salsetta di quelle che poi ti fanno bere per 1 giorno intero.
Mentre Maurizio descriveva, già mi sentivo quel sapore in bocca pur non conoscendone il gusto. Dovevo fare quel pollo fritto  a tutti i costi. Quegli ingredienti, così bene descritti, si sposavano bene con il mio palato e senza dubbio anche con quello di mio figlio, un adolescente che in fatto di fast food ne sa più di me (ovviamente).

Nenache a farlo apposta, qualche giorno dopo mi suonò il corriere... il mio amico Saverio mi fece la sorpresa inviandomi a casa la scatole delle Meraviglie di Ariosto e tra i tanti prodotti c'era anche l'insaporitore per carni arrosto e grigliate gusto piccante

Così mi decisi e un pomeriggio mi feci dare istruzioni precise da Maurizio (che tanto lo so .... prima o poi mi bannerà ) e rielencandomi gli ingredienti, subito notammo che nell'insaporitore c'erano proprio tutte quelle erbe e insaporitori piccanti che servivano per fare il pollo fritto (giuro, è proprio così). 


Per fare certe ricette, se anche apparentemente semplici, bisogna capire bene per non fare flop. Del resto non decisi di provare per poter  replicare successivamente, decisi proprio di preparare il pollo per cena e se avessi fallito, saremmo rimasti tutti digiuni. Ebbene si, qui ci voleva l'occhio dello Chef , che all'improvviso si vide arrivare decine di foto, proprio dall'inizio della preparazione, fino  alla fine e quando al primo pezzo fritto mi scrisse "ha un ottimo aspetto..... ci siamo!" mi trattenevo per non fare i salti di gioia !!!!



 Ma ancora dovevamo testarne il sapore. Assaggiai per prima e mi piacque immensamente e quando arrivarono i maschi gli concessi di prenderne qualche pezzo prima di cena, dovevo sapere subito cosa ne pensavano. Del resto Maurizio poteva solo vedere la foto, ma non poteva sapere se avevo azzeccato le dosi rendendo unico quel pollo, quindi ci voleva il parere dei miei maschi, che tanto non hanno remore a dirti in faccia se qualcosa non va.
E invece..........
Giuseppe aveva gli occhi a cuoricino e guardandolo diceva "deve essere bello croccante" ..... Sandro subito esordì dicendo "buono davvero" e ancora non sapevano cosa ci fosse in quel pollo e adesso lo svelo anche a tutti voi!


Con questa ricetta partecipo al programma di affiliazione 

Il mio Programma di affiliazione


INGREDIENTI:

1,5 kg di ali di pollo tagliate a pezzi
700 ml di yogurt bianco
800 gr circa di farina 00
1 barattolo di insaporitore Ariosto per arrosti piccanti 
2 uova
400/500 ml di latte
sale e pepe q.b. 
zenzero in polvere q.b.

olio per friggere 


PREPARAZIONE:

la sera prima di fare il pollo fritto, saliamo e pepiamo le ali di pollo e lasciamole a riposare qualche minuto


 mettiamo le ali a marinare nello yogurt e lasciamole in frigorifero, anche per un giorno intero


Prendiamo la farina e versiamo tutto il barattolo di insaporitore  Ariosto per carni arrosto e grigliate gusto piccante e mischiamo bene con le mani




prima di friggere, usciamo le ali dal frigo, aggiungiamo 2 uova, il latte e mescoliamo bene il tutto.
Sgoccioliamo le ali ....

e paniamole nella farina già insaporita.
Ripetiamo l'operazione per due volte, quindi nuovamente immerse nella marinatura e nuovamente passate nella farina.....




In una larga padella fate scaldare bene abbondante olio per friggere ed immergete le ali di pollo panate.
Fate friggere bene fino a completa doratura assicurandovi che anche all'interno siano cotte. Dovranno risultare cotte e morbide all'interno ma croccanti all'esterno 

Ragazzi, che dirvi...... provare per credere !
Un gusto deciso,  da vero fast food. Un profumo che non vi dico. Quella sera, qualche pezzo rimase e Giuseppe, per il pranzo del giorno dopo,  mi richiese le ali di pollo fritte del Kentucky, così.... senza neanche scaldarle......erano troppo buone per rinunciarci !


E ora americanizzatevi anche voi ...... semplici, no?!?!?!?!

Baci a tutti, Enza!!




Ah.... dimenticavo..... mischiate la farina e la marinatura che avanzano. Aggiungete un pò di lievito istantaneo e fate delle frittelle ......
perchè è giusto non buttare nulla e anche queste andranno a ruba !!!!!!!




Potete trovare la ricetta anche sul sito Ariosto
ARIOSTO
http://www.ariosto.it/it/ricette/carni/874-pollo-fritto-del-kentucky.html

9 commenti:

  1. Cara Enza,queste alette sono sicuramente di una goduria unica,di una bontà e di un invitante pazzesco..ho l'acquolina solo a leggere la ricetta e a guardare le foto che rendono in pieno l'idea di tutta la loro bontà:)) bravissima come sempre ti faccio i miei migliori complimenti:))
    Un bacione e buon fine settimana:))
    Rosy
    PS:favolose anche le frittelle:))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosy, con questo pollo si va sul sicuro, soprattutto con i nostri ragazzi, ma anche noi adulti. Baci cara e grazie sempre!

      Elimina
  2. dici bene Enza quando affermi che i nostri ragazzi sono dei critici spietati, pure io faccio spesso il pollo fritto, ma con questa marinatura mai... mi dai lo spunto per provare nuovi gusti, grazie infinite ;) e se provassi con il kefir????? si si proverò certamente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bhe si Pietro, quando Maurizio mi parlò di questo pollo fritto, il primo a cui pensai fu Giuseppe, conoscendo i suoi gusti ed in effetti il successo fu assicurato. Per il kefir.... si certo, io ho usato quello, ma non conoscendolo tutti ho voluto evitare di scriverlo per non far desistere qualcuno a provarlo, visto che vale veramente la pena mangiarlo.
      Un abbraccio !

      Elimina
    2. saranno l' ideale quando vengono i ragazzi x la partita ,pollo fritto patatine mais tostato seduti x terra e lattine di coca

      Elimina
  3. ma cumu finì?? mancu tanticchia e guarda chi che goduriose meraviglie trovo?! maria santa..da dove comincio? facciamo dippia porzione di questo pollo fritto, poi qualche pezzo di rosticceria più sotto e infine quel dolce strabordante di ripieno che mi fa morire!!! si vidi ca finiu l'estati! na fari ingrassari come i porcelli! baciiiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sonia, accomodati, comincia da qui per finire al dolce bedda me .... e falla completa a che ci sei, no???? Baciuzzi e sempre grazie assai assai.

      Elimina
  4. Stasera metto a marinare tutto ;) Enza sono strepitoseeeee 💜

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciaooooo Ginestraaaa...... si si!!! Da mangiarle sempre !!!
      Grazie mille

      Elimina