martedì 7 aprile 2015

Timballo di mare con pesto di finocchietto !!!


Una giornata di "schiffaramento" (cioè senza far nulla...... o meglio senza voglia di far nulla). Il sole finalmente splendeva e la voglia di correre fuori e respirare aria calda,  era più forte di qualsiasi altra faccenda domestica che invece mi avrebbe incatenata in casa con tanto di fascia in testa, calzettoni e sali e scendi con aspirapolvere tra le mani. Quindi se per una volta me ne sarei fregata, per dedicarmi a ciò che veramente mi piace fare ..... non sarebbe stato peccato!

Quell'uscita mi portò dritta dritta dal mio pescivendolo. Non sapevo cosa avrei comprato, mi affidai al caso.Tornai a casa con sarde e gamberi....... le sarde sì, avrei fatto la pasta con le sarde visto il periodo (festa di San Giuseppe...... e da noi fare la pasta con le sarde è un classico) .... i gamberi, .... forse un cocktail, o magari un risotto..... ma chissà qualcosa ci avrei fatto se non mangiarli semplicemente "a tutto dentro" come è mio solito fare.

E invece parto sempre da un'idea che poi si trasforma e diventa tutt'altro. Io e la mia cucina...... tutto il mondo fuori e quel che viene viene!!!


Con questa ricetta partecipo al programma di affiliazione

Il mio Programma di affiliazione


INGREDIENTI

-pesto di finocchietto q.b. (fatto con finocchietto, mandorle, pinoli, aglio, olio evo, sale e pepe) 
- cous cous precotto circa 300 gr
- 1 kg di sarde (peso al lordo)
- 1 kg di gamberi (peso al lordo)
- sale e pepe quanto basta
- 1 pompelmo rosa
- mezzo limone
- olio evo q.b.



PROCEDIMENTO:

- delischiamo le sarde e puliamo il gambero che metteremo a marinare, separatamente, con il succo di pompelmo




- Procediamo a fare il pesto: per 100 gr di finocchietto ho messo 1 bustina di pinoli, 80 gr circa di mandorle, 2 spicchi di aglio, olio evo circa 80/100 gr , sale e pepe quanto basta






- facciamo un brodo vegetale senza dado, ma con verdure
-mettiamo il cous cous dentro una pirofila capiente e versiamo sopra il brodo vegetale (1 tazza da latte) - il succo del limone - un filo d'olio evo. 
Copriamolo e lasciamolo riposare dai 5 ai 10 minuti.
Trascorso il tempo incocciamolo, prima aiutandoci con una forchetta, poi strofinandolo tra le mani.
Appena avremo separato tutti i granellini di cous cous, aggungiamo il pesto e mescoliamo bene



- scoliamo il pesce dalla marinatura, tenendo da parte solo un pò di gamberi 

-usiamo una teglia o un anello di diametro 20 e cominciamo a fare gli strati 

- primo strato sarde ben sistemate sul fondo


- secondo strato cous-cous con pesto e livelliamo bene 

- al centro (quindi terzo strato) gamberi 

- poi ancora cous-cous 

e per finire, ultimo strato, sarde

- inforniamo per circa 20 minuti a 180°. Usciamo dal forno e lasciamo raffreddare prima di sformare 


Nel frattempo, mettiamo in una padella i gamberi tenuti da parte e lasciamoli saltare giusto il tempo che da trasparenti prendano il classico colore rosa


Sformiamo il timballo, mettendo un largo piatto da portata sulla teglia e capovolgiamo 


- decoriamo con un pò di finocchietto fresco ed i gamberetti saltati in padella


Ora siete pronti per mangiare !
Si può mangiare sia tiepido che freddo (per mio gusto freddo era ancora più buono).

Ecco come si presenterà .....





Ed ecco la fetta.....

Vi è piaciuto? A noi si..... e anche tanto.... non è difficile da fare, voi che dite?
Baci a tutti, Enza!

La mia ricetta è stata scelta da Diego Vezzaro per essere condivisa sul suo sito.
Qui vi lascio il link.
Grazie Diego
http://www.semplicementepesce.it/portfolio-view/timballo-di-mare-con-pesto-di-finocchietto/

17 commenti:

  1. Che delizia questo cous cous al finocchietto,lo proverò sicuramente
    Baci tesoro a prestoooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ketti tesoro..... grazie dolcezza, prova e poi mi dici .... smaaaakkkk

      Elimina
  2. Risposte
    1. Francesca, mi piace proprio trovarti qui sai??? Grazie milla cara.

      Elimina
  3. che meraviglia!!! sento il profumo anche da casa mia!!! un'idea , veramente, originale e gli ingredienti si fondono insieme in un piatto meraviglioso e di grande effetto!!!! bravissima mia cara!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mimma mia, davvero squisito..... un pezzetto della nostra Sicilia i un timballo supergustoso. Grazie Amica mia !

      Elimina
  4. Cara Enza quando mi propini queste ricette io mi beo e mi esalto,ma quanto mi piacciono,li dentro c'è la Sicilia viva e io lo adoro! mi hai troppo ispirato sai....ne farò tesoro devo farla assolutamente...e poi il finocchiettoooooo io lo amo!!!
    notte cara è tardissimo ma dovevo passare da te per forza di cose ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ketty cara grazie grazie grazie !!!!! E' vero, c'è un pò di Sicilia vive dentro la mia ricetta. Ciò che la mia fantasia mi ha ispirato, messa dentro un timballo particolare !!! Grazie Tesoro

      Elimina
  5. mammamia che goduria e che piatto profumato, il pesto di finocchietto deve essere buonissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Pietro, il pesto di finocchietto è davvero buono e particolare !!!! Un abbraccio

      Elimina
  6. Hai messo dentro il nostro mare, le mandorle, il finocchietto selvatico: ingredienti tanto amati da noi siciliani e apprezzati da chiunque si accosta alla nostra cucina. Il pesto di finocchietto deve essere squisito e conferisce alla pietanza un gusto prelibato, mi sembra di assaporare la pietanza. Baci cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Erminia, sei entrata dentro la ricetta nello stesso modo in cui ho cercato di entrarci io, per trasmettere a tutti l'essenza sicula di terra e mare, tutta tradotta in un gusto diverso ma raffinato allo stesso tempo. Spero davvero di esserci riuscita !!!! Ti abbraccio

      Elimina
  7. che piatto magnifico, splendido, meravigliosamente invitante e perfetto:)))bravissima Enza, ti faccio i miei migliori e più sinceri complimenti, immagino il profumo e la bontà di questa meraviglia che hai realizzato con abbinamenti che adoro:))
    un bacione e ancora tantissimi complimenti, sei troppo ma troppo brava:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosy, che devo dirti? Infinitamente grazie...... ci provo! Basta avere un pò di fantasia quando l'ispirazione chiama ! Ecco l'ingrediente giusto. Un bacio carissima.

      Elimina
  8. ma questa meraviglia se la sono mangiata vero? dimmi di si! è un piatto molto, tanto originale, da dove li tiri fuori sti piatti così? che profumo e che bontà! aspetto quello col mascarpone ;-) baciuzzi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sonia, giuro che non so...... a volte parte l'ormone e metto in pratica ! Certo, non sempre riesce. Ma se è si..... si vede.... si sente.... e si gusta !!!! Si confermo.... nnu manciamu!!!!
      Quello col mascarpone? presto su questo blog.... non puoi capì. Tu comincia a farti le lasagne senza glutine, che al resto ci penso io. Baci gioiuzza

      Elimina