lunedì 23 febbraio 2015

Le mie Patate ripiene!



Avevo sempre pensato di fare le patate ripiene e devo ammettere che non è il mio primo tentativo questo! Una volta mi feci prendere dalle patate dolci Americane, che senza nulla togliere al cibo, sinceramente non fanno per me. Allora feci un condimento speciale e particolare, belle le patate come erano presentate e cotte con dovizia di dettagli ma….. le patate risultarono troppo dolci, al punto  che già al primo boccone, fu proprio una perfetta delusione!

Ma qualche giorno fa  suonò il corriere che mi consegnò IMPAN di Ariosto e per voler ringraziare il mio amico Saverio, volevo proprio presentare una ricetta  bella da guardare, ma ancora più buona da gustare. Del resto fu solo un primo tentativo non andato a buon fine….. questa volta si replicava, cambiando procedimento, scelta di patate ed esattamente feci così:

Con questa ricetta partecipo al programma di affiliazione

 Il mio Programma di affiliazione


INGREDIENTI 

patate nuove - medio grandi (più grandi sono, meglio è)
ragù in bianco (voi usate il ragù che volete secondo uso e costume)
ricotta fresca
provola
sale e pepe q.b.
olio evo q.b.
parmigiano grattuggiato q.b.
albume q.b.
IMPAN DI ARIOSTO  (o pan grattato)
olio per friggere


PROCEDIMENTO

La sera prima fate bollire le patate con la buccia, ma state attenti a non farle scuocere. 


Nel frattempo preparate anche un buon ragù (quello che usate fare) il mio era un ragù in bianco, al Cabernet....che consiglio di preparare sempre il giorno prima.



A questo punto procediamo a riempire le patate. Innanzitutto peliamo le patate e con molta cura e con un coltello affilato, togliete la parte superiore della patata. Cominciamo a scavare le patate lasciando un buco profondo e mettendo da parte tutto ciò che toglieremo





Saliamo e pepiamo secondo gusto e procediamo a riempire: prima mettiamo un pò di ricotta fresca.....



.......poi un pò di ragù.....


........per ultimo, pezzetti di provola a cubetti.



Ora prendiamo la polpa tenuta da parte, saliamo, pepiamo e aggiungiamo un pò d'olio evo e del parmigiano grattuggiato. Facciamo un impasto.






Con delicatezza, copriamo le patate, facendo un tappo, come a volerle fare ritornare patate intere.

Sbattiamo un pò l'albume, ma non troppo......


e cominciamo ad impanare le patate, prima immergendole nell'albume sbattuto......

poi passandole su IMPAN


Dopo aver finito di impanare tutte le patate, lasciamole riposare in frigo almeno 2 o 3 ore, o se volete anticipare i tempi, mettete in freezer.

Friggete solo al momento di mangiare, perchè devono essere servite calde. 
Io faccio la frittura a freddo grazie al Magic Cooker, ma per chi non fosse fornito, fate scaldare bene l'olio prima di immergere....


Facciamole dorare da entrambi i lati


Mettiamo le patate cotte su carta assorbente per qualche istante e poi serviamo.......


Ragazzi, Amici, Lettori di Come mangio io....... non ho scoperto l'America facendo questa ricetta, ma posso assicurarvi che ciò che mangerete è qualcosa di libidinoso al punto che non vi interesserà di scottarvi la lingua ..... si dovrà mangiare e basta, perchè gola e palato non sopporteranno l'attesa!!!!




Un bacio a tutti, Enza!

16 commenti:

  1. ma che goduriaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!! certo che hai scoperto l'America!!!!! è una preparazione sfiziosissima!!!! ho tutto, pure il magnifico coperchio e quindi....TELECOPIOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!
    bravissima amica mia, ottima ricetta e foto stupende!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mimma, perciò come finì? Fatte poi???? Un bacione e grazie sei sempre un bijoux

      Elimina
  2. Enza, sei una maga! dico davvero! sembrano fantastiche! aggiungiamo anche queste qui al ricettario da provare! bravissima bedda mé, baciuzzi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sonia grazie dolcezza mia, ma na maga mi pari assai .... però grazie!!!! Buone te lo confermo, da me sono andate a ruba. Davvero particolari ed assolutamente diverse rispetto agli impasti di patate che poi hanno l'interno ripieno. Qui mangio proprio la patata ripiena .... che è tutta un'altra storia. Baci cuoricino.

      Elimina
  3. Devono essere buonissime, hai dato un'ottima idea paragonabile alla bontà degli arancini o arancine come si dice nelle tue zone! Un buon motivo per seguire il tuo esempio. Un abbraccio Enza cara <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Erminia, già l'idea potrebbe esserci ma assolutamente diverse dalle arancine. Però di un gusto eccezionale. Grazie Tesoro, è bello saperti qui!

      Elimina
  4. uno scrigno goloso da gustare... troppo buoneeeeeeeeeeeeeeeeee

    RispondiElimina
  5. Cara Enza, queste patate ripiene sono meravigliose, goduria allo stato puro, buonissime!!! Mi hai fatto venire l'acquolina solo a leggere la ricetta e a guardare le foto che rendono in pieno l'idea di tutta la loro bontà:)) bravissima come sempre, ti faccio tanti, tanti complimenti:))
    Un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono più che buone Rosy, provale.... poi mi saprai dire! Grazie mille

      Elimina
  6. Buooone Enza, mi hai fatto ricordare a delle patate ripiene, ma al forno, che abbiamo mangiato ad Amburgo due anni fa da riempire con tutto quello che volevi. Questa tua versione molto diversa da quella mangiata li è molto ma molto invitante. E si sa, i fritti sono sempre più buoni e tu un'ottima cuoca :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mimma e Marta..... che fa, mi portate con voi al prossimo viaggio? Magari prendiamo spunto lì ed elaboriamo qui.... Grazie e due grandi abbracci sempre per voi!

      Elimina
  7. super idea.....mi piacciono un sacco. complimenti
    ciao da claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudette, grazie per essere passata da qui. Provale, vedrai che gusto sfizioso e stuzzicante. A presto e grazie ancora.

      Elimina
  8. replica bags in china Full Report z2u49y2u53 replica bags and watches replica bags online shopping india hermes fake b9z79x9j49 replica nappy bags replica bags philippines replica gucci bag g0v24c3n41 best replica bags online 2018

    RispondiElimina